Fitball in gravidanza: i migliori esercizi da fare prima e dopo il parto

palla bebe

Sei terrorizzata dal parto e hai paura del dolore fisico che puoi provare? Innanzitutto rilassati e sappi che puoi rendere il tuo travaglio molto più leggero grazie agli esercizi fisici che durante la gravidanza sono importanti per il tuo benessere psicofisico, ma anche per quello del bambino. Per essere in forma prima e durante il lieto evento e per rendere il parto più agevole ti consiglio di utilizzare la fitball in gravidanza. Questo strumento, chiamato anche birthing ball, è una enorme palla realizzata solitamente in pvc anallergico ed atossico molto utilizzata anche per gli esercizi di fisioterapia e di riabilitazione. L’allenamento con la fitball in gravidanza è particolarmente indicato soprattutto per ridurre i dolori alla schiena e non ha controindicazioni, tuttavia parlane prima col tuo ginecologo prima di iniziare con gli esercizi.

Fitball in gravidanza: i vantaggi per la futura mamma e per il bebè

Gli esercizi effettuati con la fitball favoriscono una postura corretta in quanto rinforzano i muscoli della schiena, allungano la colonna vertebrale e scaricano tutte le tensioni a livello lombare. Questo allenamento riattiva il pavimento pelvico e aumenta la mobilità del bacino, rendendo più fluido il parto e riducendo le possibili lacerazioni del perineo. Tali movimenti migliorano anche la postura del bambino facendolo trovare nella posizione corretta al momento del parto.

Quali sono gli esercizi più indicati con la fitball?

Gli esercizi con la fitball sono estremamente semplici quindi puoi praticarli tranquillamente anche da casa, senza la necessità di recarti fisicamente in palestra. Un primo esercizio richiede di stare seduta sulla palla ed appoggiare le mani ai lati così da mantenersi in equilibrio, per poi sollevare leggermente prima una gamba e poi l’altra verso l’alto. Procedi con cautela senza velocizzare troppo l’esercizio e cerca di non spostare troppo il peso da una parte all’altra. Un altro esercizio prevede invece di dondolare il bacino sulla palla a destra e a sinistra, oppure avanti e dietro. In alternativa puoi ruotare i fianchi in senso orario ed anti-orario.

Scegli la palla anche in base alla tua altezza: se sei piccolina opta per una fitball di piccole dimensioni, se invece sei piuttosto alta scegli una fitball di dimensioni maggiori. Non c’è un limite massimo o minimo di esercizi, quindi effettua le varie ripetizioni finché ce la fai ma sempre senza sforzarti eccessivamente.

Come utilizzare la fitball da gravidanza anche dopo il parto

Dopo la nascita del bebè rimettersi in forma è dura, quindi conserva la fitball che può tornarti molto utile anche dopo il parto. L’obiettivo principale è perdere i chili ed i liquidi in eccesso accumulati durante i 9 mesi, quindi è importante svolgere lavori multifunzionali che coinvolgano diversi muscoli dell’addome, dei glutei e delle gambe.

I muscoli dell’addome sono tra i più “stressati” dopo il parto ma puoi riattivarli così: sdraiati con la schiena sul tappetino, posiziona i piedi sulla palla con le ginocchia piegate ad angolo retto ed alza le spalle.

Per rassodare i glutei devi invece sdraiarti sul tappetino, appoggiare i talloni sulla palla ed infine alzare ed abbassare il bacino tenendo la schiena ben dritta.

Per tonificare i muscoli delle gambe ti consiglio di posizionare la fitball al muro, appoggiare la schiena sulla palla ed effettuare dei classici squat.